Rossella Chinelli - Il veterinario per i tuoi animali domestici
  • AMBULATORIO VETERINARIO

    DOTT.SSA CHINELLI ROSSELLA

  • Titolo diapositiva

    Scrivi qui la tua didascalia

    Pulsante
  • Titolo diapositiva

    Scrivi qui la tua didascalia

    Pulsante

La vaccinazione antirabbica

Si raccomanda a chi deve andare in vacanza all'estero di eseguire la vaccinazione antirabbica almeno un mese prima della partenza. La vaccinazione viene registrata direttamente dal nostro ambulatorio presso la BDR (banca dati regionale) di appartenenza al momento stesso dell'inoculazione. Consigliamo di collegarsi al sito delle varie ambasciate dei paesi di destinazione per essere aggiornati sulle modalità corrette di importazione/esportazione degli animali da compagnia per evitare problemi in dogana.

E' spesso necessaria anche un attestazione di buona salute redatta pochi giorni prima della partenza, che viene applicata direttamente sul passaporto dell'animale.

Per alcuni paesi l'iter di esportazione è più complesso e puo' richiedere la titolazione degli anticorpi antirabbici eseguita presso un istituto zooprofilattico abilitato. Anche in questo caso è necessario avviare le pratiche per tempo.

CON L’ARRIVO DELLA PRIMAVERA, 
RICORDATEVI LA PROFILASSI CONTRO LA FILARIOSI !

Cos’è la Filariosi ?
Cos’è la Filariosi ?
La filariosi è una malattia veicolata dalle zanzare ed in particolare, secondo recenti studi, è la zanzara tigre la maggiore responsabile della diffusione della malattia. A seconda del parassita veicolato, la filariosi può presentare una forma cardiopolmonare (causato da Dirofilaria immitis) oppure cutanea (causato da Dirofilaria repens). La forma più grave è la filariosi cardiopolmonare.

Dove si diffonde maggiormente ?
La malattia è diffusa soprattutto al Nord, in particolare in tutta la Pianura Padana, nelle zone attorno al Po e nelle zone lacustri. Purtroppo sono in costante aumento i casi di malattia anche in altre aree geografiche: in tutta la Toscana, nelle zone pianeggianti e costiere della Sardegna e in alcune aree della Sicilia e della Campania. 

Qual è il ciclo di questa patologia?
Le larve del parassita Dirofilaria immitis entrano nel sistema circolatorio e, una volta diventati vermi adulti (lunghi anche 15 cm), si insediano nelle vicinanze di cuore e polmoni, provocando disturbi cardiaci e respiratori. Crescono e si diffondono in maniera massiccia tanto che, se la malattia non viene diagnosticata e curata in tempo, può portare alla morte del nostro animale. I vermi adulti delle larve di Dirofilaria Repens, invece, vanno a localizzarsi nel sottocute, procurando danni decisamente minori. 

A distanza di quanto tempo dal contagio si manifestano i sintomi ?
La filariosi può manifestarsi anche a distanza di mesi rispetto al momento del contagio, è perciò importante eseguire periodicamente una profilassi che può essere effettuata per via orale, cutanea o iniettabile.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a rivolgervi al vostro medico veterinario di fiducia per scegliere assieme la profilassi più adatta alle vostre esigenze. 

Share by: